Posts contrassegnato dai tag ‘aeroporti’

All’aeroporto di Stoccolma una cabina ricrea il meteo della località di destinazione

Al terminal 5 dell’aeroporto Arlanda di Stoccolma è possibile vivere un’esperienza molto particolare: il Climate Portal installato presso lo scalo permetterà di simulare il clima della destinazione che si sta per raggiungere. L’iniziativa fornisce un servizio utile e accessibile gratuitamente a tutti i viaggiatori in partenza: prima di salire a bordo si ha la possibilità di conoscere, anzi sperimentare le condizioni meteo che si troveranno all’arrivo e di conseguenza ci si potrà vestire in maniera adeguata, evitando così, una volta scesi dal velivolo, di trovare un’escursione climatica inaspettata.

Il portale è composto da tre ambienti diversi: uno che simula un clima molto caldo, uno molto freddo e uno che riporta quello di una grande città affollata. Per ricreare le condizioni ideali la struttura utilizza condizionatori, simulatori di vento e supporti audiovisivi. Il risultato è del tutto realistico e, grazie al collegamento con numerose stazioni meteorologiche, il simulatore climatico è in grado di replicare in tempo reale il clima nella località di arrivo.

Secondo Michael Persson Gripkow, responsabile marketing della società che gestisce l’aeroporto,  «grazie al Climate Portal lo scalo non solo riuscirà a portare i passeggeri nelle destinazioni che preferiscono ma riuscirà anche a portare le destinazioni direttamente ai viaggiatori».

Annunci

Il nuovo tunnel sottomarino di Istanbul collega Europa ed Asia

In occasione del 90° anniversario di fondazione della repubblica la Turchia ha inaugurato il primo tunnel sottomarino che collega Europa ed Asia, una nuova opera da 3 miliardi di euro fortemente voluta dal governo di Recep Tayyip Erdoğan. Con una lunghezza di 13mila 600 metri l’opera collega il lato europeo di Istanbul a quello asiatico e, superando il Bosforo, scende ben 60 metri sotto il fondo del mare, nuovo record mondiale di profondità. Inoltre fa parte del progetto “Marmaray” che comprende anche un ammodernamento delle linee ferroviarie suburbane esistenti per creare una rete di 76 km.

L’idea era stata lanciata dal sultano ottomano Abdoul Medjid, il quale nel lontano 1860 aveva dovuto abbandonarla per l’inadeguatezza dei mezzi tecnologici a disposizione. Dopo alcuni studi ingenieristici nel 1980, che dimostravano come un tale tunnel sarebbe stato fattibile e conveniente per la collettività, il primo ministro Erdoğan, ex sindaco di Istanbul, ha ripreso questo progetto nel 2004, inserendolo fra i suoi piani per la metropoli, che comprendono anche la costruzione di un terzo aeroporto, di un terzo ponte sul Bosforo e di un canale parallelo allo stretto per facilitare il traffico marittimo. La costruzione iniziò nel 2004 ed era prevista della durata di 4 anni ma i lavori ritardarono a causa di una serie di importanti scoperte archeologiche: circa 40mila oggetti ritrovati ed un cimitero di circa 30 navi bizantine, la più grande flotta medievale mai scoperta ad oggi.

Grazie a nuovi treni sarà possibile passare dall’Europa all’Asia in soli 4 minuti e si spera che molti cittadini si convertiranno al trasporto pubblico, dato che la nuova linea avrà la capacità di spostare ben 150mila passeggeri.

“Passeggero per Francoforte”, di Agatha Christie

Pubblicato nel 1970, in occasione dell’ottantesimo compleanno di Agatha Christie, “Passeggero a Francoforte” è un romanzo a metà tra il giallo e la spy story, definito dall’autrice stessa «una stravaganza».

Trama

Nella sala d’aspetto dell’aeroporto di Francoforte un gruppo di viaggiatori attende di ripartire per Londra. Tra costoro, decisamente annoiato per l’attesa, c’è anche sir Stafford Nye, un diplomatico inglese noto soprattutto per il suo spirito caustico e i suoi atteggiamenti stravaganti. Mentre quest’ultimo si guarda intorno in cerca di un diversivo, improvvisamente avviene qualcosa di inaspettato. Una giovane donna che gli sembra di aver già incontrato gli si avvicina facendo una strana richiesta: potrebbe il diplomatico cederle la sua mantella e il passaporto consentendole di imbarcarsi al suo posto, in modo da permetterle di sfuggire ad un misterioso assassino? Qualsiasi persona sana di mente rifiuterebbe una proposta del genere, ma per l’eccentrico funzionario un’avventura, per quanto insolita, ha davvero un richiamo irresistibile. Quello che sir Stafford ancora ignora, tuttavia, è che il suo gesto provocherà una svolta determinante alla sua vita.

Curiosità

All’inizio del libro c’è una citazione di Jan Christiaan Smuts, filosofo, militare e politico sudafricano: «Oltre che una grande forza creativa, la leadership può essere diabolica».