Posts contrassegnato dai tag ‘Design’

Con Nissan Rogue Warrior si scalano pendii innevati alla velocità massima di 100 km/h

Un cingolato per affrontare neve e ghiaccio può sempre venire utile in montagna, soprattutto se i fiocchi cadono in quantità copiose. Al Salone internazionale dell’Auto di Montréal, in Québec (Canada), Nissan ha presentato la nuova concept car Rogue Warrior basata su una Rogue di serie ma equipaggiata con quattro organi meccanici al posto delle ruote, che permettono a questo speciale gatto delle nevi di muoversi agilmente.

Per il montaggio sono state apportate modifiche sostanziali al design: la Casa di Yokohama ha infatti rialzato le sospensioni e il baricentro (+58,4 cm), allargato i passaruota e installato protezioni per la neve. Lo Sport Utility Vehicle riesce a scalare versanti innevati con pendenze fino a 45 gradi e ad una velocità massima di 100 km/h.

L’American Truck Track (sistema Dominator) ha fornito i cingoli, che misurano 53,3 cm di altezza, 121,9 cm di lunghezza e 223,5 cm di larghezza. Ogni cingolo riceve potenza dalla trazione integrale abbinata al cambio automatico Xtronic.

Dal punto di vista meccanico il crossover giapponese mantiene lo schema della X-Trail, caratterizzato da un motore 1.6 litri turbo benzina da 160 cv, gestiti da un cambio a variazione continua e scaricati sulla trazione integrale.

Annunci

Sobrietà ed eleganza firmate Modourbano per il nuovo complesso residenziale di Milano

Si presenta essenziale e fine Procaccini 17, il nuovo complesso residenziale nel cuore di Milano, in zona Monumentale, firmato dallo studio Modourbano di Stefano Cergna, Luca Romagnoli e Marco Zuttioni. L’edificio ribalta l’approccio all’abitabilità metropolitana interagendo con l’ambiente spaziale e culturale e unendo lo Stile Milano del secondo Dopoguerra e degli anni Sessanta all’urbanistica contemporanea.

Il fabbricato riflette la disposizione dell’originale demolito con le facciate allineate alla particolare conformazione dei limiti dell’incrocio stradale, dove le due ali si incontrano formando un angolo acuto. Coerentemente con le normative urbanistiche il design è concepito per ripristinare il tessuto urbano armonizzando l’altezza dell’edificio a quella degli edifici circostanti.

I prospetti su strada applicano soluzioni tecniche specifiche come le facciate in pietra e i volumi aggettanti delle logge. L’effetto di questi ultimi interrompe il volume generando nella totalità un’immagine dinamica e contemporanea.

Quelli interni sono definiti da ampie terrazze lungo lo sviluppo del palazzo che evocano la tipica corte milanese, ovverosia balconi lungoterrazze che si affacciano sullo spazio aperto all’interno.