Posts contrassegnato dai tag ‘eventi’

La tristezza dura più a lungo, la noia quella che dura meno di tutte

Alcune emozioni durano un battito di ciglia, altre, invece, possono diventare inseparabili compagne di vita. Secondo uno studio dell’Università Cattolica di Louvain (Belgio) la più longeva fra tutte le emozioni è la tristezza. Per arrivare a questa conclusione gli autori della ricerca Philippe Verduyn e Saskia Lavrijssen hanno chiesto ad oltre 200 ragazzi in età di scuola superiore di raccontare quali fossero state le emozioni vissute più di recente e quanto fossero durate. In più sono state poste loro domande sulle strategie utilizzate per valutare e affrontare queste emozioni.

Fra i 27 stati d’animo analizzati la tristezza è risultata essere il più duraturo. La noia, al contrario, è risultata l’emozione di più breve durata. La durata è anche il parametro in grado di differenziare emozioni molto simili fra di loro: il senso di colpa dura molto più a lungo rispetto alla vergogna e l’ansia è più duratura rispetto alla paura.

In generale, spiega Lavrijsen, «le emozioni di breve durata sono tipicamente, ma non sempre, scatenate da eventi di importanza relativamente bassa. D’altra parte le emozioni che durano a lungo tendono ad essere associate a qualcosa di molto importante».

Noia, vergogna, paura, sorpresa, disgusto e irritazione spesso svaniscono tanto rapidamente quanto velocemente sono comparse mentre la tristezza, spesso associata ad eventi ad alto impatto emotivo, come un decesso, può diventare una vera e propria compagna di vita. Alla base della durata della tristezza ci sarebbe un vero e proprio circolo vizioso alimentato dal continuo ricordare l’evento che l’ha scatenata e le sue conseguenze. «La riflessione è il determinante centrale del perché alcune emozioni durano più a lungo rispetto ad altre», sostiene Verduyn.

Riflettendo sull’evento la tristezza e le sue conseguenze diventano sempre più evidenti e ciò non fa altro che mantenerla viva, arrivando anche a rafforzarla. La noia, invece, sembra bloccare il tempo ma in realtà non è un’emozione altrettanto duratura.

Annunci

In mostra a Genova le macchine funzionanti tratte dai Codici vinciani

Dopo il grande successo registrato in primavera nelle principali città di tutto il mondo ha riaperto alla Chiesa Museo di Sant’Agostino di Genova la mostra dedicata al genio universale di Leonardo da Vinci, in particolare alle straordinarie macchine tratte dai Codici vinciani, visitabile fino al 6 gennaio 2014. Una rassegna di grande valore artistico e culturale che presenta una quarantina di modelli riprodotti fedelmente da abili artigiani fiorentini in legno, stoffa, ottone e bronzo.

I temi della mostra sono il volo, la meccanica – con macchine che il pubblico può toccare grazie ad apposite maniglie per meglio comprenderne il funzionamento – la guerra e l’acqua.

La mostra vuole interessare e divertire: sperimentare toccando, usando e provando è la via più diretta e sicura per la certezza del sapere. Inoltre il visitatore può scoprire opere scultoree, pittoriche e affreschi che trovano un’ambientazione suggestiva e ideale negli ampi e luminosi spazi dell’ex complesso monastico restaurato.

È allestita anche una sezione con i principali capolavori del genio di Vinci. Inoltre nel coro della chiesa è esposta una meravigliosa interpretazione dell’ “Ultima Cena”, realizzata dall’artista Roberto Altmann.

A Gelendžik, sul Mar Nero, Tatiana Previati ha rappresentato l’Italia

Venerdì scorso nella cittadina di Gelendžik, in Russia, sul Mar Nero, si è svolto lo Humor Festival, dove oltre ad un nutrito programma televisivo sono stati presentati i quindici tra i migliori festival del mondo che hanno portato i loro vincitori per l’anno 2012 – 2013. Per l’Italia era presente il “Sanremo Music Awards” nella persona della giovane ferrarese Tatiana Previati, vincitrice della prestigiosa manifestazione italiana.

Il Sanremo Music Awards, ideato da Nicola Convertino, si svolge ormai dal 2001 con tappe in tutto il mondo, riunendo artisti provenienti dalle selezioni che vengono effettuate ogni anno in giro per il pianeta, per approdare poi a Sanremo, solitamente al Palafiori, nella settimana del Festival della Canzone italiana.

Dopo la finale 2013 nella cittadina ligure il festival ha fatto tappa in Tunisia, al Teatro Nazionale di Hammamet, lo scorso giugno, e sarà a New York il 15 settembre per la manifestazione “Una canzone per Padre Pio”.