Posts contrassegnato dai tag ‘One World Trade Center’

Apre il più alto punto panoramico su New York City

La Grande Mela si arricchisce di un’altra attrazione e l’esperienza promette di essere assolutamente unica: il One World Observatory, realizzato sulla sommità della Freedom Tower di New York, al 285 di Fulton Street. Tre sono i piani riservati all’osservatorio: i livelli 100, 101 e 102. Da quell’altezza (1250 piedi pari a circa 382 metri) sarà possibile godere di una vista panoramica sulla città, i luoghi più esclusivi e le acque circostanti.

L’apertura è prevista per la primavera. Espressione d’orgoglio della città, della forza e dell’ottimismo con cui si invita a guardare lontano, il One World Observatory si estende su una superficie di 120mila piedi. All’ingresso i visitatori saranno accolti al Welcome Center da un messaggio di benvenuto multilingue e dalla proiezione introduttiva “Voices of the Building”, dedicata al percorso che ha portato alla nascita del One World Trade Center.

La visita avrà inizio con l’ascesa al 102° piano attraverso uno dei cinque ascensori dedicati, chiamati Sky Pod e caratterizzati da tre pareti a schermo intero con tecnologia immersiva utilizzata per visualizzare la nascita e la crescita di New York, simulando lo sviluppo del panorama fino ai giorni nostri. Considerati fra i più veloci al mondo, gli Sky Pod consentiranno la salita al 102° piano in appena 60 secondi. Giunti al livello gli spettatori potranno accedere direttamente al See Forever Theater, in cui verrà descritta la vita frenetica di New York combinando video, immagini e scatti in una visione tridimensionale.

L’osservatorio principale è collocato al piano 100. Attraverso il City Pulse, un panorama interattivo, gli ospiti potranno avvicinarsi virtualmente ai monumenti e ai quartieri della città aiutati da un Cicerone che, con un semplice movimento della mano, sarà in grado di illustrare le informazioni richieste. Infine sarà possibile passeggiare su uno schermo circolare di 14 piedi che offre una vista indimenticabile in alta definizione sulle vie della città.

Annunci

La Freedom Tower di New York è diventata la torre più alta d’Ooccidente e la terza del mondo

Dopo 11 anni e 8 mesi New York City è tornata ad avere la skyline più imponente degli Stati Uniti: sulla cima del One World Trade Center di Manhattan è stata posizionata la nuova guglia d’argento, che ha fatto raggiungere alla Freedom Tower la notevole altezza di 1776 piedi, pari a 541 metri. Il numero 1776 ricorda l’anno in cui l’America dichiararò la sua indipendenza.

Da sola la guglia conta quasi un quarto dell’altezza complessiva dell’edifico superando i 124 metri, poco meno del grattacielo Pirelli di Milano. Il suo peso sfiora le 690 tonnellate e servirà come importante antenna di trasmissione. Una luce a led la renderà visibile da chilometri di distanza e un raggio faro segnalerà agli aerei la sua presenza.

L’aggiunta della guglia ha fatto diventare il One World Trade Center la struttura più alta negli Stati Uniti e il terzo grattacielo più alto del mondo. Alcuni esperti, tuttavia, sostengono che la guglia è, in realtà, un’antenna e non una struttura della torre, una distinzione fondamentale nella misurazione dell’altezza di un edificio. Senza la guglia la torre sarebbe più corta della Willis Tower di Chicago, che si attesta a 442,26 metri di altezza, misura che non comprende le sue antenne.

Ma ci sono illustri pareri a favore del nuovo record, come quelli del Council on Tall Buildings (il Consiglio per i grattacieli) e dell’organizzazione Urban Habitat, per cui il concetto di antenna sarebbe un qualcosa di semplicemente aggiunto alla cima di una torre e che può essere rimosso. Al contrario una guglia è qualcosa che fa parte del disegno architettonico del palazzo.

Di sicuro è previsto che la Torre della Libertà verrà inaugurata nel 2014. New York si pone così alle spalle l’immane tragedia dell’11 settembre 2001.