Posts contrassegnato dai tag ‘solidarietà’

Bebeto (con la maglia del Venezuela) e i futuri campioni di Petare

Tenere lontano i giovani dalla malavita, dalla droga, dai possibili giri legati a tutto ciò che in Venezuela è illegale: questo l’obiettivo di José Roberto Gama de Oliveira, meglio conosciuto come Bebeto, popolare calciatore e deputato regionale brasiliano, che si è distnto nei giorni scorsi per la sua grande solidarietà verso i più sfortunati.

Questa volta non è in Brasile il campo in cui ha giocato ma in Venezuela. Nel difficile quartiere di Petare, uno dei più violenti e pericolosi della capitale Caracas, Bebeto ha inaugurato un campo da calcio. Il progetto ha due padri: il governo venezuelano e la squadra locale, il Deportivo Petare.

Quello inaugurato dall’indimenticabile campione della nazionale verdeoro è il nono campo del progetto che alla fine vedrà la costruzione di almeno 15 centri sportivi per giovani.

Il progetto ha diversi obiettivi. Il primo, come detto, è quello di togliere dagli artigli della malavita quanti più giovani possibile. Il secondo riguarda la possibilità di distribuire borse di studio legate allo sport. Il terzo è quello di creare un settore giovanile che possa in futuro diventare la forza calcistica del Paese.

«Sono certo che qui possa nascere una stella che possa rappresentare il Venezuela nel calcio del futuro. Credo che iniziative di questo tipo debbano essere sostenute con forza», ha dichiarato Bebeto.

Annunci

A Cortina D'Ampezzo si festeggia Santa Claus per beneficienza

Il Natale è forse il periodo più amato da grandi e piccoli e Cortina D’Ampezzo quest’anno ha deciso di iniziare a festeggiarlo un po’ in anticipo e in un modo particolare. Per tutto il lungo “Fashion Weekend”, organizzato da Cortina Turismo da oggi fino al 10 dicembre, 50 negozi del centro cittadino ospiteranno meravigliosi abeti decorati nei modi più originali e fantasiosi.

Tutta la città sarà allietata da una speciale selezione delle più belle melodie natalizie, curata da White Milano e trasmessa in filodiffusione in tutta la città.

La scelta di festeggiare Santa Claus con colori, luci a intermittenza e palle variopinte dalle mille fantasie e materiali è legata soprattutto ad una nobile causa. Gli abeti, infatti, saranno venduti in un’importantissima asta benefica a favore della onlus Baby nel Cuore, promossa sempre da Cortina Turismo, che si terrà sabato prossimo a Piazza Venezia. Madrina d’eccezione della serata la cantante Annalisa Minetti.

Baby nel Cuore è un’organizzazione di volontariato fondata nel 1993 a Bologna dall’attuale presidente Simonetta Tugnoli con l’obiettivo di realizzare progetti di sostegno a distanza e interventi di solidarietà a favore di bambini bisognosi.

Abbiamo celebrato ieri la Giornata mondiale contro l’Aids, istituita per accrescere la coscienza dell’epidemia che dal 1981 ad oggi ha ucciso oltre 25 milioni di persone, diventando una delle più distruttive che la storia ricordi.

Quello che non è stato detto o scritto, però, è che il primo organismo internazionale impegnato contro l’Aids è costretto a tagli drastici nei prossimi anni. In un comunciato il Fondo Globale per la lotta all’Hiv, , la tubercolosi e la malaria ha dichiarato, infatti, di non poter più sovvenzionare nuovi progetti almeno sino al 2014. In questa prospettiva i Paesi dell’Africa australe saranno i più colpiti, con un ritorno di epidemia specialmente per l’Hiv.

L’organismo fornisce più del 70% dei fondi per far fronte alle spese mediche e da solo rappresenta il maggiore donatore nella parte a sud dell’equatore del continente. In Paesi come Suazilandia, Malawi, Zimbabwe e Mozambico ci si attende un forte incremento dei decessi dovuti a malattie virali e infettive mentre le scorte di farmaci già incominciano ad essere razionate.

«È un disastro per un Paese come lo Zimbabwe – dichiara Faizel Tezera, operatrice di Medici Senza Frontiere – dove più di 86 mila persone rimaranno senza cure e circa 5 mila bambini saranno colpiti dall’Aids».

Nella Suazilandia su una popolazione di 1,2 milioni di abitanti il 26% è infetta da Hiv. Si stima che in tutto il mondo siano 33 milioni le persone che ogni anno contraggono e vivono con la malattia, due terzi di questi si trovano nell’Africa subsahariana.

Per quanto in tempi recenti l’accesso alle terapie e ai farmaci antiretrovirali sia migliorato in molte regioni del mondo, l’epidemia di Aids ha mietuto circa 3,1 milioni di vittime solo nel 2005, oltre la metà delle quali (570 mila) erano bambini.